Smart working, Venezia all’insegna dell’ufficio 3.0

Siamo molto orgogliosi di aver potuto presentare lo scorso 8 Novembre, ai nostri amici, architetti e professionisti del settore, l’Architetto Giovanni Giacobone di Progetto CMR, che ci ha illustrato, un nuovo concept di ufficio: smart, flessibile, collaborativo e sostenibile.

L’evento si è svolto nella prestigiosa location di Palazzo Franchetti, sede dell’IED Venezia e arredato a suo tempo da Ambiente Ufficio.

L’incontro: Ufficio 3.0

IMG_1580_1Assieme ai nostri ospiti abbiamo visto come la progettazione integrata degli ambienti lavorativi, che prende in considerazione tutti gli aspetti sia spaziali che relazionali e di flusso, l’ambiente lavorativo può essere progettato e quindi vissuto in modo migliore.

IMG_1556_1Il progetto dev’essere capace di adattarsi ai nuovi ritmi lavorativi, ai nuovi networks, alle nuove figure professionali alle esigenze umane del XXI secolo;  ne consegue una maggiore efficenza, e sostenibilità sia dal punto di vista economico che ambientale.

Le postazioni di lavoro sono così ridotte, poichè i dipendenti non passano più in sede l’intera giornata lavorativa; sono flessibili, intelligenti e possono cambiare spesso modalità di lavoro.

Il dibattito

IMG_1581_1 L’interesse suscitato dal nuovo concept lavorativo presentato dall’architetto Giacoboni ha fatto nascere dubbi e domande, che si sono alternate in un dibattito che ha permesso di approfondire ulteriormente il tema.

L’incontro si è concluso con la certezza che il cambiamento culturale che stiamo vivendo è molto forte e dev’essere compreso dagli stessi architetti, responsabili della creazione dell’ambiente lavorativo fisico, ma anche dagli stessi imprenditori, che devono rendersi conto che le esigenze dei singoli lavoratori sono cambiate sia dal punto di vista professionale che umano: sono cambiate le iterazioni, tra le persone, sono cambiati gli strumenti e le tecnologie, sono cambiati i tempi ed i luoghi di lavoro.

La Biennale

Al termine dell’incontro tutti i partecipanti si sono recati alla Biennale di Architettura, ospiti di Ambiente Ufficio. Durante la visita abbiamo avuto modo di apprezzare un’installazione della Unifor (uno dei nostri partner); si tratta della Parete SC&A, installata in uno degli spazi espositivi del Padiglione Centrale.

Erano inoltre presenti i mobili della nostra consociata Venezia Homedesign nella stanza della storia della Biennale all’arsenale (la seduta Aku) e nel ristorante le Bombarde (i pannelli fonoassorbenti).

Quest’anno la manifestazione dedicata all’architettura ha ospitato 65 Nazioni ed ha raggiunto un’affluenza superiore alle 200.000 visite totali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *