Insieme verso l’eccellenza: Sedus Dealer Partner Conference

Lo scorso 4 Dicenbre ci siamo recati a Bologna per partecipare all’incontro organizzato dal nostro partner Sedus, che ci ha presentato non solo i suoi ultimi prodotti, ma anche le ricerche svolte nel mondo dello smart working e dell’ufficio ergonomico. I risultati di tali ricerche ci hanno aperto gli occhi sul risparmio economico di cui godono le aziende con dipendenti sani e motivati.

Come raggiungere questo scopo? Attraverso l’investimento nella postazione di lavoro.

Sedus3L’ufficio Ergonomico: prevenzione e risparmio.

I risultati degli studi svolti dimostrano che in Germania una grande percentuale delle assenze per malattia è causata da problemi di tipo muscolare dovuti alla postura. Questo non solo influisce sull’efficenza, ma anche sulla motivazione del dipendente.
Attraverso una serie di calcoli legati alle statistiche, Sedus ci ha dimostrato che un lavoratore motivato e inserito in un contesto lavorativo ergonomico, porta un risparmio alla sua azienda, tale da finanziare in soli tre anni postazioni ergonomiche, con garanzia di 5 anni e durata minima di 10.
Un dipendente soddisfatto e a suo agio ha inoltre una maggiore produttività: i vantaggi di tale acquisto migliorano quindi con il tempo (fonte: Place 2.5, rivista Sedus).

Gli studi che dimostrano quanto una buona prevenzione basata sulla postazione di lavoro aiuti a migliorare l’atteggiamento del lavoratore, stanno aumentando negli ultimi anni; la buona notizia è che moltissime aziende stanno lavorando duro per permettere tale prevenzione. Una di queste è proprio Sedus, nostra partner, che ha investito nella produzione di mobili smart ed ergonomici, con la tradizionale efficenza tedesca.

Le novità di Sedus:

sedus1In relazione agli studi realizzati e ad un’attenta osservazione delle nuove dinamiche lavorative (smart working), Sedus ha presentato quindi la collezione esposta alla fiera Orgatec 2014, pensata per un ambiente lavorativo dinamico, flessibile, multifunzionale, ma soprattutto smart, non solo nella comunicazione fra le persone, ma anche nei momenti di lavoro,  nelle posture diverse a seconda della situazione e della stessa persona che utilizza la seduta o la postazione. Nella nuova collezione si tiene conto di posizioni lavorative innovative, del tempo realmente passato in ufficio e delle esigenze di privacy e concentrazione che mutano durante l’arco della gironata. Si tiene conto dei diversi tipi di riunione, che può avere luogo in modo standard o quasi in piedi, lungo i corridoi, con modalità ancora una volta dinamiche e veloci.

Nuove dinamiche con i clienti

Le analisi svolte da Sedus hanno evidenziato come siano cambiate anche le esigenze dei propri committenti:

  • hanno diversi approcci visivi, per questo propongono i nuovi programmi  PCon Planner;
  • riflettono nuove dinamiche di acquisto che vedono come protagonista il noleggio, grazie all’appoggio di Grenke.
Le nostre conclusioni?

Il mondo del lavoro sta cambiando molto velocemente e solo chi è preparato a questo cambiamento lo potrà affrontare.

Vogliamo dare quel valore in più ai progetti dei nostri clienti, che li aiuti a realizzare ambienti nuovi, ambienti su misura per le esigenze delle aziende che stanno formando e costruendo, progettando.

Chiedeteci informazioni: noi di Ambiente Ufficio ci stiamo preparando adeguatamente per offrire alla nuova generazione di clienti le esperienze di acquisto e di lavoro adeguate alle esigenze contemporanee, per garantire risultati innovativi ma anche duraturi e redditizi.

Ambiente Ufficio

 

Smart working, Venezia all’insegna dell’ufficio 3.0

Smart working

Siamo molto orgogliosi di aver potuto presentare lo scorso 8 Novembre, ai nostri amici, architetti e professionisti del settore, l’Architetto Giovanni Giacobone di Progetto CMR, che ci ha illustrato, un nuovo concept di ufficio: smart, flessibile, collaborativo e sostenibile.

L’evento si è svolto nella prestigiosa location di Palazzo Franchetti, sede dell’IED Venezia e arredato a suo tempo da Ambiente Ufficio.

L’incontro: Ufficio 3.0

IMG_1580_1Assieme ai nostri ospiti abbiamo visto come la progettazione integrata degli ambienti lavorativi, che prende in considerazione tutti gli aspetti sia spaziali che relazionali e di flusso, l’ambiente lavorativo può essere progettato e quindi vissuto in modo migliore.

IMG_1556_1Il progetto dev’essere capace di adattarsi ai nuovi ritmi lavorativi, ai nuovi networks, alle nuove figure professionali alle esigenze umane del XXI secolo;  ne consegue una maggiore efficenza, e sostenibilità sia dal punto di vista economico che ambientale.

Le postazioni di lavoro sono così ridotte, poichè i dipendenti non passano più in sede l’intera giornata lavorativa; sono flessibili, intelligenti e possono cambiare spesso modalità di lavoro.

Il dibattito

IMG_1581_1 L’interesse suscitato dal nuovo concept lavorativo presentato dall’architetto Giacoboni ha fatto nascere dubbi e domande, che si sono alternate in un dibattito che ha permesso di approfondire ulteriormente il tema.

L’incontro si è concluso con la certezza che il cambiamento culturale che stiamo vivendo è molto forte e dev’essere compreso dagli stessi architetti, responsabili della creazione dell’ambiente lavorativo fisico, ma anche dagli stessi imprenditori, che devono rendersi conto che le esigenze dei singoli lavoratori sono cambiate sia dal punto di vista professionale che umano: sono cambiate le iterazioni, tra le persone, sono cambiati gli strumenti e le tecnologie, sono cambiati i tempi ed i luoghi di lavoro.

La Biennale

Al termine dell’incontro tutti i partecipanti si sono recati alla Biennale di Architettura, ospiti di Ambiente Ufficio. Durante la visita abbiamo avuto modo di apprezzare un’installazione della Unifor (uno dei nostri partner); si tratta della Parete SC&A, installata in uno degli spazi espositivi del Padiglione Centrale.

Erano inoltre presenti i mobili della nostra consociata Venezia Homedesign nella stanza della storia della Biennale all’arsenale (la seduta Aku) e nel ristorante le Bombarde (i pannelli fonoassorbenti).

Quest’anno la manifestazione dedicata all’architettura ha ospitato 65 Nazioni ed ha raggiunto un’affluenza superiore alle 200.000 visite totali.

 

Save the date 8 novembre

[vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text]L’8 di Novembre organizziamo un convegno dal tema Smart Office , le nuove esigenze e come i progettisti affrontano il tema, relatore arch. Giovanni Giacobone senior partner di Progetto Cmr, studio internazionale specializzato in progettazione di ambienti di lavoro.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image image=”2552″ img_size=”full” image_position=”normal-align-left” has_link=”false” link_type=”normal”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_single_image image=”2554″ img_size=”full” image_position=”normal-align-left” has_link=”false” link_type=”normal”][/vc_column][/vc_row]